F-gas

Obbligo Dichiarazione F-gasData: 05/05/2017
Entro il 31 maggio 2017 è obbligatorio compilare, da parte degli operatori, la “Dichiarazione F-gas” relativa all’anno 2016 per tutte le apparecchiature/sistemi fissi di refrigerazione, condizionamento di aria, pompe di calore, protezione antincendio, contenenti 3 kg o più di gas fluorurati a effetto serra.

 

La compilazione e l’invio della dichiarazione deve essere eseguito attraverso il: Sistema Informativo Nazionale Ambientale SINAnet (per dettagli è possibile fare riferimento al portale Isprambiente

La Dichiarazione F-Gas è una comunicazione annuale, contenente informazioni riguardanti la quantità di emissioni in atmosfera di gas fluorurati per le apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento, pompe di calore ed impianti fissi antincendio con una carica di refrigerante pari o superiore ai 3 kg; essa deve essere inoltrata all’ISPRA, attraverso il portale Sinanet entro il 31 maggio di ogni anno anche in assenza di modifiche o interventi sull’apparecchiatura.

L’utente si deve innanzitutto registrare al portale e, una volta ottenute le credenziali, fare l’accesso al sistema. A questo punto si può iniziare la compilazione della Dichiarazione F-Gas.

L’obbligo di trasmissione della Dichiarazione F-Gas è a carico dell’operatore, persona o società che abbia l’effettivo controllo sul funzionamento tecnico delle apparecchiature o degli impianti, che nella maggioranza dei casi coincide con il proprietario dell’apparecchiatura o dell’impianto.

Il proprietario, pur rimanendo Operatore può delegare (delega scritta) ad una terza persona o Società la compilazione della dichiarazione: in questo caso, nell’anagrafica relativa all’operatore dovranno essere riportati i dati del proprietario, mentre i dati della persona o Società che si è fatta carico della compilazione della dichiarazione saranno riportati alla voce ‘Persona di riferimento’.

Ai fini della dichiarazione le apparecchiature e sistemi considerati sono FISSI (cioè non in movimento durante il loro funzionamento) e appartengono alle seguenti tipologie:

refrigerazione (cioè raffreddamento di spazi di immagazzinamento o di prodotti al di sotto della temperatura ambiente; sono inclusi anche gli scambiatori di calore industriali);

condizionamento dell’aria (raffreddare e/o controllare la temperatura dell’aria in ambienti confinati mantenendola ad un determinato livello);

pompe di calore (estraggono energia dall’ambiente o da una fonte di calore di scarto per fornire calore utile, tipicamente sono apparecchiature ermeticamente sigillate);

sistemi di protezione antincendio (installati in risposta ad un rischio di incendio specifico in uno spazio definito).

ciascuna apparecchiatura o sistema appartenente ad una delle citate tipologie deve contenere una carica circolante di 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra. Nonostante l’entrata in vigore del nuovo Regolamento UE n. 517/2014, l’unità di misura del limite di carica di refrigerante ai fini della Dichiarazione F-Gas è sempre espresso in kg e non in CO2 equivalenti, e pari quindi a 3 kg.

Sempre più frequenti sono i casi in cui le apparecchiature contenenti R22 sono state sottoposte (durante l’anno di dichiarazione) a sostituzione del fluido refrigerante con l’introduzione di sostanze sottoposte a dichiarazione F-GAS, in questi casi, se l’apparecchiatura considerata ha una carica complessiva pari almeno a 3 kg è necessario considerare anche questa apparecchiatura ai fini della dichiarazione F-Gas.

Nel compilare la dichiarazione sarà necessario indicare la quantità di carica circolante e compilare il campo “quantità aggiunta” indicando i kg di sostanza aggiunta (se la sostituzione è stata completa allora la quantità aggiunta sarà pari alla carica totale).

L’esempio descritto è generalizzabile anche al caso di impianti nei quali la carica circolante, costituita da una sostanza diversa da R-22 e non compresa nell’elenco ai fini della dichiarazione, è stata parzialmente sostituita da un gas compreso nell’elenco delle sostanze considerate ai fini della dichiarazione.

I gas fluorurati da considerare nella dichiarazione F-GAS sono quelli contenenti fluoro elencati nell’allegato I (Reg. UE n. 517/2014) o miscele contenenti una qualsiasi di tali sostanze con GWP complessivo maggiore o uguale a 150.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *